QUALE COLORE SCEGLIERE PER IMBIANCARE LE PARETI DI CASA?

QUALE COLORE SCEGLIERE PER IMBIANCARE LE PARETI DI CASA?

Imbiancare casa è uno dei modi più semplici e poco costosi per dare nuova vita ai tuoi ambienti. La tinteggiatura delle stanze della propria casa infatti conferisce una nuova atmosfera agli ambienti, ma attenzione a scegliere il colore giusto!

Infatti la scelta del colore è essenziale soprattutto quando sono già presenti arredi e mobilio, perché occorrerà tenere conto anche di quest’ultimi prima di scegliere la tonalità che meglio si adatta a quella specifica camera.

In ogni caso la parola d’ordine è armonia, è necessario infatti ricercare sempre il giusto equilibrio d’insieme tra pareti, arredi e funzionalità della stanza. Vediamo insieme alcuni consigli utili per scegliere nel modo migliore la tinta delle nostre pareti stanza per stanza!

IL SOGGIORNO

Quando si parla di soggiorno, si parla di un’ambiente conviviale, che sia rappresentativo della nostra personalità. La scelta della giusta nuance per imbiancare le pareti dipende in questo caso molto da tipo d’arredo che avete scelto per questo ambiente.
• CLASSICO
Se il vostro soggiorno è in stile classico, dovrete optare per tonalità soft, quali il bianco perfetto per far risaltare i mobili in legno e donare luminosità all’ambiente. Il connubio legno e bianco genera immediatamente in chi guarda una sensazione di calore e senso di accoglienza. In alternativa al bianco dovrete scegliere senza dubbio nuance più classiche come il beige o il giallo pastello che però risultano leggermente più pesanti e quindi renderanno il vostro ambiente ancor più classico. In questi ultimi tempi la moda detta anche il color tortora come alternativa nei soggiorni classici.

• SCANDINAVO
Se viceversa il vostro soggiorno prende spunto da stili scandinavi o comunque più contemporanei allora il consiglio è il “total white“. In questi ambienti infatti la stanza è vista come una tela bianca su cui si decide di “dipingere” con l’arredo e il mobilio.

• MODERNO
Quando si ha un arredo moderno è possibile optare anche per tonalità più marcate come il rosso o addirittura il nero, limitando però tale scelta ad una singola parete. Scegliere di rendere una sola parete il fulcro della stanza ci permette di mantenere neutre le altre rendendo armonioso l’ambiente. Preferibilmente si decide di rendere “particolare”, con colori diversi dal bianco, quella parete che ospita un quadro, il camino o ancora la tv. Lo stile contemporaneo poi ben si adatta ad abbinamenti più pop, quindi largo spazio a colori forti e decisi, o ancora se si possiede un arredo industriale si può scegliere una delle sfumature di grigio.

LA CAMERA DA LETTO

Una delle stanze più importanti in una casa è senza dubbio la camera padronale o meglio detta camera da letto. Dobbiamo operare un distinguo tra la camera matrimoniale e la camera dei bambini. Infatti mentre nella seconda, quella dei nostri figli, possiamo sbizzarrire la nostra voglia di colore e fantasia, nella camera padronale occorre scegliere un colore per le pareti adeguato all’eleganza che questa camera possiede.

• CAMERA PADRONALE
Negli ultimi anni si tende a preferire le sfumature del color lavanda per la tinteggiatura della camera da letto. Questo è un colore che genera una sensazione di freschezza, pulizia e allo stesso tempo eleganza, donando un’atmosfera rilassante all’ambiente. Ovviamente anche in questo caso vige la prassi di abbinare la colorazione all’arredo, anche se la tinta delle pareti della camera da letto rimane in ogni caso una scelta personale e molto soggettiva. Unico consiglio che vorremo dare è quello di optare sempre per tonalità pastello o comunque tenui che non vi stancano e risultano molto rilassanti. Molto di moda è la scelta di ricoprire con una carta da parati particolare la parete dietro la testata del letto, oppure decorarla con scritte o stencil.

• CAMERA BIMBI
La cameretta dei bambini merita una trattazione singola. Da sempre abbiamo notato su riviste e immagini d’arredo le stanzette dipinte di azzurro o rosa a seconda che si trattava di bimba o bimbo. In realtà la stanzetta dei bambini è una tela bianca, qui possiamo sbizzarrire la nostra fantasia e possiamo scegliere di tinteggiarla e arredarla con qualsivoglia colore desideriamo. Parliamo ovviamente di colori allegri e vivaci, via libera a colori pastello, dal rosso al blu al verde. In questo caso infatti la scelta del colore oltre che rendere la stanzetta accogliente e stimolare la loro allegria dovrebbe favorirne anche il riposo. In questa stanza potrete arricchire le pareti con adesivi e stencil che rendano il più personale possibile l’ambiente.

LA CUCINA

Secondo numerosi studi l’ambiente più frequentato della casa degli italiani è la cucina, quindi occorre soffermarsi alcuni minuti per scegliere il colore più adatto ad accompagnare le nostre cene e le nostre colazioni. Anche in questo spazio come per la stanza dei più piccoli si può dare libero sfogo alla fantasia, mantenendo ovviamente il tema culinario.

Una delle tendenze più di moda in questi ultimi anni è quella di tinteggiare le pareti di bianco e usare gli stencil per scrivere frasi a tema culinario. Un discorso diverso occorre farlo per i cosiddetti open space, ambienti che racchiudono cucina e sala da pranzo in un unico ambiente, dove le pareti sono quasi tutte occupate dai pensili e dall’arredo. Qui è possibile scegliere un colore diverso dal bianco ma sempre stando attenti a optare per tonalità rilassanti che non siano troppo pesanti per gli occhi.

Se la cucina è classica si potrà scegliere il giallino o il beige, mentre per cucine moderne è sempre meglio optare per il bianco che consente ai mobili di risaltare e alle pareti di apparire più luminose. In cucina infatti non dimentichiamo che alcune parti delle pareti vengono rivestite di piastrelle se si desidera aggiungere un tocco di colore in cucina è preferibile giocare con le nuance delle piastrelle del para-schizzi ma non osare mai con intere pareti.

IL BAGNO

Una stanza che spesso non viene considerata per la tinteggiatura delle pareti è il bagno. In questa stanza spesso non si ha la stessa attenzione alla scelta che invece si pone nelle altre stanze. Eppure si dice che il bagno sia il biglietto da visita per i nostri ospiti.

Occorre non fare in questo caso scelte banali o superficiali ma soffermarsi un attimo a valutare quale tipo di stile abbiamo scelto per il nostro bagno e di conseguenza decidere la nuance delle pareti. Se volete optare per un abbinamento classico, allora dovrete scegliere un bagno che giochi sull’alternanza bianco-blu.

Se decidete di scegliere un arredo sulle essenze del legno allora dovrete optare per nuance beige, bianco, moka o tortora per le pareti. Se si vuole osare nelle tonalità del bagno è sempre preferibile farlo nella scelta dell’arredo. Le pareti infatti sono la cornice dell’arredo e date le metrature spesso ridotte dei bagni, i colori scuri alle pareti potrebbero far percepire il bagno più piccolo di quanto sia in realtà.

A prescindere dalla scelta della nuance, in bagno occorre avere cura di adottare tutti i prodotti antimuffa necessari, oppure adoperare prodotti che ne prevengono direttamente la formazione. La stanza da bagno infatti è quella dove spesso si creano fenomeni di umidità che si trasforma in muffa, creando le antiestetiche macchi giallastre sulle pareti. La prevenzione in questi casi è fondamentale.