ROMART è un’azienda che ha deciso di produrre ed utilizzare il metodo ed il materiale più antico del mondo, che funziona da più di 2000 anni.

Al tempo della antica Roma, si usava il GRASSELLO DI CALCE come cemento legante, questo fino a qualche anno fa dei nostri tempi, prima dell’avvento del calcestruzzo moderno (tutta chimica).

ROMART produce e applica questo intonaco e rasante.

Offriamo un pacchetto completo di servizi PRODUZIONE&POSA.

  • il materiale desiderato e pigmentato secondo le richieste,
  • la posa in opera.
Arte con il grassello di calce.

Il grassello di calce, ARTE ANTICA ROMANA.

L’architettura era più vicina allo spirito pratico dei romani, rispondendo a una precisa funzione era più efficace nel magnificare la potenza di Roma conquistatrice.

L’arte romana ha caratteri originali che tuttavia partono da una rielaborazione di influssi etruschi, italici e greci e si definisce a partire dal II secolo a.C. Sono giunte sino a noi testimonianze, relative alla scultura e alle arti pittoriche con affreschi e mosaici di elevatissimo valore artistico. Al tardo periodo repubblicano appartiene un linguaggio figurativo originale, coincidente ad alcuni rilevanti fatti storici e con l’evoluzione stessa di Roma crocevia di diverse correnti culturali dell’area mediterranea.

Nel III e nel II secolo a.C. il contatto con le opere originali delle scuole ellenistiche di Grecia e d’oriente portate a Roma come bottino non comportò soltanto una produzione di imitazioni, ma servì a dare spunti nuovi agli artisti.

1) ARCHITETTURA come costruzione di grandi infrastrutture.

Due Esempi:

UN ACQUEDOTTO a Nimes Il ponte-acquedotto è stato costruito verso il 19 a.C. e faceva parte di un acquedotto di quasi 50 km di lunghezza che portava l’acqua dalle sorgenti di Uzès (il punto di captazione non è conosciuto) alla città gallo-romana di Nemausus, oggi chiamata Nîmes.

È stato costruito da Agrippa sotto l’imperatore Augusto. La portata raggiungeva i 20.000 metri cubi d’acqua al giorno. La consistenza dei depositi in calcare suggerisce che l’acquedotto sia stato in attività per non meno di 400-500 anni.
LE STRADE NELL’ANTICA ROMA. Nell’antichità tutti i popoli avevano costruito grandi strade, ma nessuno eguagliò i Romani sia per l’estensione del loro sistema stradale he per la cura con cui i tracciati venivano scelti e realizzati.

GRASSELLO DI CALCE

Il termine Opus nell’architettura romana sta a indicare la Tecnica di muratura utilizzata.

I Romani furono maestri dell’arte muraria; utilizzarono diverse tecniche di costruzione innovative, che resero possibile un’architettura monumentale.

Fondamentale fu l’uso del cemento, ottenuto dall’impasto di grassello di calce spenta e sabbia. A partire dal I secolo d.C. venne utilizzato in larga scala il mattone, cotto in fornaci.

GRASSELLO DI CALCE INVECCHIATO

Il grassello di calce è un legante ottenuto dallo spegnimento di calce viva magnesiaca in eccesso di acqua, lungamente stagionato in vasche di maturazione (almeno 24 mesi). È una calce forte perché la presenza di piccole percentuali di silicati, alluminati e ferriti conferisce una debole idraulicità al prodotto. Unendo il grassello di calce ad una percentuale di polvere di cocciopesto si ottengono malte, intonaci ed intonachini che induriscono naturalmente.

Il grassello di calce viene utilizzato nelle costruzioni edili dai tempi degli antichi Romani e ancora oggi è considerato uno dei rivestimenti murali per interni più di pregio; non a caso, è la scelta privilegiata per il restauro di edifici storici e di grande pregio architettonico. Il grassello di calce veniva utilizzato in epoca romana come legante per malte e calcestruzzi che servivano a realizzare murature, intonaci e finiture; spesso veniva abbinato ad argille come la pozzolana oppure al caolino.

Come fare la pittura a calce | Consigli pratici
Come usare la calce rasata | Fai da Te Mania

Il grassello di calce viene impiegato come addensante nella realizzazione di malte da muratura o da intonaco ed è un materiale del tutto ecologico perché composto soltanto da idrossido di calcio e acqua; per questo motivo viene consigliato per le costruzioni edili in bioedilizia. Scopriamo ora a cosa serve questo prodotto nello specifico e quali sono le sue caratteristiche principali.

La calce idraulica contro i muri umidi
Malta da intonaco premiscelata di calce idraulica naturale MasterEmaco N  275 TIX - BASF Construction Chemicals

Principali utilizzi del grassello di calce

Il grassello di calce è dunque un rivestimento murale per interni che consente di realizzare una finitura lucida molto particolare e raffinata, che richiama l’aspetto delle classiche decorazioni d’epoca: se avete intenzione di dare un tocco originale e ricercato ad un muro di casa, sicuramente può fare al caso vostro.

La miscela viene realizzata unendo carbonato di calcio e acqua e si presenta come una massa plastica leggermente untuosa. Il grassello di calce è oggi considerato il prodotto più adatto ad un restauro conservativo di edifici di particolare pregio storico o artistico, ma non solo; si tratta infatti di una miscela capace di dare vita a un effetto estetico molto interessante, vagamente anticato e ricco di lucentezza, perfetto per decorare casa.

Intonaco a Base di Calce Naturale. Dal Grassello di Calce al Tadelakt

Grassello di calce: caratteristiche

Il grassello di calce non è soltanto un prodotto di pregio per dare un tocco di antico ai muri di casa, ma vanta anche caratteristiche funzionali eccellenti:

  • Alta traspirabilità: gli intonaci interni a base di grassello di calce assorbono e rilasciano umidità in modo ottimale, riducendo i fenomeni di muffa e condensa.
  • Durabilità nel tempo: le piccolissime particelle che compongono il grassello di calce riescono a penetrare profondamente nei minuscoli spazi vuoti presenti sulla superficie del muro, sviluppando un’aderenza durevole nel tempo.
  • Protezione dei materiali vicini: il grassello di calce è altamente poroso e permeabile e questo lo rende perfetto per proteggere dall’invecchiamento anche i materiali con cui viene a contatto; inoltre, le finiture a grassello invecchiato non si staccano dal muro ma si consumano in armonia col resto della struttura.
  • Ecologico: un altro pregio del grassello di calce è il fatto che sia un prodotto completamente naturale e che venga utilizzato a temperature più basse rispetto ad altri leganti; questo significa che rilascia meno anidride carbonica nell’aria.
  • Economico e personalizzabile: infine, si tratta di un materiale che può essere realizzato di qualsiasi colore ed è decisamente economico perché ha un ottimo rendimento; in pratica, ne serve molto meno degli altri leganti per coprire la stessa superficie.
Intonaci naturali in calce per muri umidi e muri esterni
Il più antico rimedio all’umidità di risalita dei muri, nella corte di un edificio ristrutturato interamente a calce.

Il cocciopesto è un intonaco di origine fenicia molto utilizzato poi in epoca romana per cisterne, terme, acquedotti, sottofondi di strade e pavimenti. Il cocciopesto tradizionale è composto da grassello di calce naturale e frammenti di laterizio frantumati: l’argilla conferisce proprietà idrauliche e l’intonaco così preparato è adatto anche per applicazioni in esterno e se opportunamente trattato è resistente all’acqua. Per le sue proprietà traspiranti ed igroregolatrici è ideale nel trattamento dei muri umidi.

E’ un materiale 100% naturale, economico e utilizzabile in bioarchitettura.

Don Bellotti, ex asilo
Dagnente di Arona (NO)
Architetto Edoardo Innocenti –
ristorante-Joia-Milano
Ristorante Joia
Milano (MI)
Architetto Anna Massa Saluzzo
Architetto Marcello Morelli
villa-storica-vigevano
Location storica a Vigevano
Vigevano (PV)
Studio BBS
Parrochia
Santuario
Confienza (PV)
Architetto Maurizio Pignatti
Tenuta Kyrie
Confienza (PV)
Architetto Maurizio Pignatti
Gorla Farm House
Cascina Deserto
Gorla Minore (VA)
Oasi Architects